RICORDI DI MARE - Andora nel tempo

Andora nel tempo
Andora nel tempo
Vai ai contenuti

RICORDI DI MARE

RICORDI ..... DI MARE
(Luciano Dabroi)

y


Foto Collezione Privata Marino Vezzaro

Nell’anno 1942 nella rada di Andora, in prossimità di Capo Mele, venne silurata una nave spagnola carica di arance.
Si venne poi a sapere, perché i palombari vennero a recuperarli lavorandoci alcuni mesi, che trasportava anche cinquecento motori per aerei da caccia.
Dopo qualche ora tutta la spiaggia dal torrente Merula a Capo Mele era cosparsa di arance che, libere o nelle casse, galleggiavano accostando a riva e tutta la gente accorse a raccoglierne a quintali mentre i pescatori con i “gussi” (“gozzo” tipica imbarcazione per la pesca) andavano a soccorrere i naufraghi che urlavano.
Il mattino dopo, vicino alla foce del Merula, fu trovato un grosso delfino moribondo forse per le esplosioni dei siluri del giorno prima, il quale venne sfruttato da alcuni per farne carne da cuocere e “musciàme” (specie di filetto di tonno essiccato) per il “cundiùn”.
Tale operazione attirò l’attenzione di parecchia gente che si radunò sul luogo, dove giunsero il Podestà con i fascisti della colonia, requisendo tutto per l’ammasso pubblico.
y
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Creato con Incomedia Website X5
Torna ai contenuti