SCUOLE - Andora nel tempo

Andora nel tempo
Andora nel tempo
iniziativa ideata e realizzata da MARIO VASSALLO
Privacy Policy

Cookie Policy
Vai ai contenuti

SCUOLE

LE SCUOLE DI ANDORA
(Maria Teresa Nasi)
y
Con una vita dedicata allo studio ed all'insegnamento, nessuno meglio di Maria Teresa Nasi avrebbe potuto ricostruire la storia delle scuole andoresi con tanta competenza e professionalità.
y
MARIA TERESA NASI

"Sono nata a Pamparato, in provincia di Cuneo e, all’età di quattro anni, con la famiglia mi sono trasferita a Diano Castello dove ho vissuto negli anni dell’infanzia e della giovinezza.
Mi sono diplomata all’Istituto Magistrale “C. Amoretti” di Imperia e, successivamente, laureata in materie letterarie all’Università di Genova.
A diciannove anni ho cominciato ad insegnare come maestra di scuola elementare, prima nell’Imperiese e poi (per diciassette anni) ad Andora Molino dove vivo.
Nel 1996 ho vinto il concorso per direttrice didattica: sono stata assegnata alla Direzione di Ceriale (di cui conservo un bellissimo ricordo) e, dopo un anno, ad Andora, dove ho svolto la mia attività sino al 31 agosto 2018.
Come direttrice prima e, dal 2000 come dirigente, ho partecipato a molteplici iniziative proposte dall’Amministrazione scolastica: corsi di formazione, presidente di commissione di esame di stato e di concorsi, attività di tutoring, partecipazione ad organismi collegiali…….
Ho vissuto “nella scuola” e “per la scuola” da sempre. Ho varcato la soglia di un edificio scolastico che avevo sei anni e ci sono rimasta sino a un anno fa. Considero fortunato chi si occupa dell’educazione e dell’istruzione dei giovani e penso che quello dell’insegnante sia il mestiere più bello del mondo: coinvolgente, gratificante, creativo.
Sia quando svolgevo l’attività di docente, sia in qualità di dirigente, sono stata sempre fermamente convinta che la scuola debba interagire con il territorio ed essere coinvolta nelle attività extracurricolari. Ho, quindi, impostato il piano dell’offerta formativa in tal senso: dall’educazione ambientale agli spettacoli musicali, dalla collaborazione con le società sportive alla realizzazione di un Presepe Vivente, dalle esplorazioni del territorio alle tematiche legate alla legalità e alla convivenza civile, dalla collaborazione con tutti gli Enti Locali al forte coinvolgimento e valorizzazione delle famiglie che mi hanno sempre dimostrato sentimenti di stima, affetto e simpatia.
Avrei voluto dare ancora molto alla SCUOLA ma la fredda burocrazia mi ha obbligato ad andare in pensione. Da parte mia posso essere fiera e orgogliosa di aver svolto con scrupolo il mio dovere e di essere stata sempre presente: in 22 anni di servizio come dirigente scolastico non ho fatto un giorno di assenza!
Ringrazio il personale docente e non docente, gli alunni e le famiglie che mi hanno sempre dimostrato sentimenti di stima, affetto e simpatia.
Partecipo attivamente alla vita politica della comunità andorese. Sono stata consigliere comunale di maggioranza dal 2004 al 2009 ed ora, dal 2014, sono assessore nella Giunta del sindaco Demichelis. Mi occupo essenzialmente di cultura e trovo gratificante prendere parte all’ideazione e realizzazione di PROGETTI CULTURALI che diano visibilità e lustro alla mia città".
y

CLICCA SUI BOTTONI SOTTOSTANTIPER ACCEDERE ALLE RELATIVE SCHEDE

LA STORIA DELLE SCUOLE ANDORESI IN BREVE
y

LE SCUOLE ANDORESI OGGI


SCUOLE DELL’INFANZIA:
  • “Angelo Bianco” in Via Piana del Merula
  • Scuola Infanzia Andora Molino in Via Molineri, nello stesso edificio che ospita la Scuola Primaria
SCUOLE PRIMARIE:
  • “Angelo Silvio Novaro” in Via Cavour
  • “Paolo Cappa” in Via Molineri ad Andora Molino
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO:                 
  • “Benedetto Croce” in Via Cavour, nello stesso edificio che ospita la Scuola Primaria
y
STORIE ANDORESI - Appuntamento dedicato alle Scuole di Andora
Palazzo Tagliaferro - Marzo 2017
ASILO - SCUOLA MATERNA - SCUOLA INFANZIA
(Maria Teresa Nasi)
y
GLI ASILI - (SINO AL 1969)
(Maria Teresa Nasi)
y

y


Un tempo c’era l’asilo…..

Prima della legge n° 444 del 1968 che istituiva la Scuola Materna Statale, per le bambine e i bambini di tre, quattro, cinque anni c’era la possibilità di frequentare alcuni Asili dislocati sul territorio comunale:
 
  • Andora Molino (asilo gestito dal comune)


Foto per gentile concessione Aldo Garassino

  • Andora Conna (asilo “Gervasio - Ordano”, ente morale, istituito con Regio Decreto del 28.06.1934)



  • Andora Marina (asilo gestito da religiose, “Suore di Sant’Eusebio”, in Via del Poggio)



  • Andora Colla Micheri (asilo gestito da religiose)
y
LE SCUOLE MATERNE - (DAL 1969 SINO AL 1984)
(Maria Teresa Nasi)
y

y


Con la legge n° 444 del 1968 veniva istituita la Scuola Materna Statale, per le bambine e i bambini di tre, quattro, cinque anni.

Ecco la “fotografia” della Scuola Materna negli ANNI SETTANTA sino al 1984.

La scuola materna statale venne istituita ad Andora nell’anno scolastico 1969/70: era una monosezione, ospitata nel plesso della Scuola Elementare “Paolo Cappa” di ANDORA MOLINO (che allora era Andora capoluogo).


Edificio Molino Nuovo


Scuola materna Molino Nuovo - Anno 1973

L’unica sezione restò a Molino sino al 1976, anno in cui venne trasferita ad ANDORA SAN BARTOLOMEO, in una villetta di proprietà comunale.


Edificio San Bartolomeo


Scuola materna San Bartolomeo - Fine anni Settanta

Ad ANDORA MARINA funzionavano tre sezioni che erano ubicate dapprima e per pochi anni, presso l’Albergo dei Poveri di Genova (o Colonia di Brignole) e, successivamente, in un edificio in Vico Sant’Andrea, una struttura a piano terra, di proprietà dell’Istituto “Sacra Famiglia” di Cesano Boscone.


Albergo dei Poveri di Genova


Edificio in Vico Sant'Andrea


Edificio di Vico Sant'Andrea


Scuola materna di Vico Sant'Andrea - Anno 1980/81

La scuola materna privata di CONNA (“Gervasio - Ordano”, ente morale, istituita con Regio Decreto del 28.06.1934) terminò di funzionare nel 1982.


Edificio Gervasio - Ordano



Durante “Storie Andoresi” dedicato alle scuole (primavera 2017 e dicembre 2019) la maestra Sandra ci ha trasportati nella magica atmosfera di quella piccola e affascinante scuola!









Ad ANDORA MARINA continuava ad essere funzionante la scuola materna privata (Suore di Sant’Eusebio), in Via del Poggio, con due sezioni.


y
LE SCUOLE DELL’INFANZIA - (DAL 1984 AD OGGI)
(Maria Teresa Nasi)
y

y


La denominazione SCUOLA DELL’INFANZIA è stata introdotta dagli “Orientamenti” del 1991, in sostituzione della dicitura “scuola materna”, inserendola, in questo modo, a pieno titolo, nel sistema educativo. E’ la PRIMA SCUOLA, vera e fondamentale istituzione educativa.

  • 21/12/1964: il Consiglio Comunale delibera la costruzione di un edificio da destinarsi a scuola materna alla Marina;
  • 30/10/1973: il Comune di Andora accetta la donazione di un appezzamento di terreno dal signor Dabroi Luigi per la formazione di aree destinate a scuola materna e dalla signora Denegri Ines per la formazione di spazi pubblici attrezzati;
  • 26/08/1977: viene affidato l'incarico di progettazione della struttura detinata a scuola materna.
     

A settembre 1984 le tre sezioni di Andora Marina e la monosezione di Andora San Bartolomeo confluirono nel nuovo edificio costruito dal Comune in Via Piana del Merula, intitolato ad “Angelo Bianco”, sacerdote andorese, missionario in Africa.




 
Nel 1989 venne istituita una quinta sezione.




 
Ad Andora Marina era funzionante una scuola materna privata (Suore di Sant’Eusebio), in Via del Poggio, con due sezioni,  che chiuse nel 1995.


Istituto Suore Figlie di Sant'Eusebio

Per poter accogliere  tutte le bambine ed i bambini del Comune si dovette, perciò, ampliare l’edificio di Via Piana del Merula, con l’aggiunta di un’ala. Dall’anno scolastico 1995/96 le sezioni diventarono sette.




In occasione dell’ampliamento della Scuola Primaria di Andora Molino, con la costruzione di mensa e palestra (2007), si pensò di edificare anche i locali per ospitare sezioni di scuola dell’infanzia, dal momento che gli spazi in Via Piana del Merula cominciavano ad essere troppo angusti per accogliere le bambine e i bambini della vallata  che erano in erano in continuo aumento.
 
Nel 2009, venne così inaugurata la monosezione di ANDORA MOLINO.


Edificio scolastico attuale di Molino Nuovo

Attualmente la situazione delle SCUOLE DELL’INFANZIA DI ANDORA è la seguente:
   
  • cinque sezioni nella scuola dell’infanzia “Angelo Bianco” di Andora di Via Piana del Merula
  • una monosezione ad Andora Molino.
y
SCUOLA ELEMENTARE/PRIMARIA
(Maria Teresa Nasi)
y

y

Rappresenta il primo livello del primo ciclo di studio dell’istruzione obbligatoria.
Prima della Riforma Moratti del 2003 era chiamata SCUOLA ELEMENTARE. Il termine “elementare” fa riferimento al fatto che si insegnano le basi della conoscenza, gli elementi fondamentali del sapere.
L'espressione SCUOLA PRIMARIA, derivante dal francese (école primaire), poi diffusasi nei paesi anglosassoni (primary school), fu introdotta ufficialmente in Italia nel 2003.  
y
SCUOLA ELEMENTARE DI ANDORA MARINA
(Maria Teresa Nasi)
y

y

Sino al 1975 le classi della scuola elementare erano ubicate in vari edifici in affitto:
  • Via Carminati: primo piano della costruzione  denominata “da Ciuìn”; in un certo periodo ha ospitato le classi maschili; attualmente ci sono gli uffici di un autosalone;


"da Ciuìn"

  • Via Carminati: magazzini di una palazzina gialla (quella con quattro terrazzini) - chiamata anche la “casa del sarto” - che si trova in prossimità dell’incrocio con la strada che va a Santa Matilde, vicino al pontino dell’ex-ferrovia; in certo periodo ha ospitato le classi femminili; nel periodo 1952 - 1957, in questa sede, la classe elementare per gli anni scolastici dalla seconda alla quarta, era condotta dalla maestra Virgilia Calderoni di Alassio, mentre la quinta era condotta dal maestro Mario Castellana e la scuola serale per la classe sesta dalla maestra Teresa Gastaldi;


"Cà du sarto"

   
Le copertine dei libri di testo per le classi andoresi del periodo 1952 - 1955
La classe quarta della maestra Virgilia Calderoni e la classe quinta del maestro Mario Castellana
Foto collezione privata - Mario Vassallo


La copertina del libro di testo della classe sesta serale della maestra Teresa Gastaldi - Anno 1951/52
Foto collezione privata - Mario Vassallo

  • Via Carminati: Casa Guardone, davanti all’ex-stazione; è stata abbattuta una ventina d’anni fa per costruirvi un grande palazzo;


Casa Guardone
Foto collezione privata - Marino Vezzaro


Scuola elementare in via Carminati - Maestro Favoino

  • Via Genova: Casa Gaggerun (abbattuta);


Casa Gaggero
Foto collezione privata - Marino Vezzaro

  • Via Cavour: Chiesa di Santa Matilde (pretini, seminario);


Seminario di Santa Matilde


Seminario di Santa Matilde
Foto collezione privata - Marino Vezzaro


Seminario Santa Matilde


Maestre e bidella delle scuole elementari a metà anni '70
In piedi da sinistra: Angela Parodi Salvatico, Annamaria Vigo, Caterina "Rinetta" Caviglia, Augusta Ferrari Risso, Elvira Pecchini, Don Aldo parroco di Santa Matilde.
Sedute da sinistra: Maria Luisa Lucchini Malvestuto, Linda Bestoso Danio, Bianca Gandolfo, Marlena Greco, Margherita "Rita" Salvo Garattini.


Classe elementare prima D - Anno 1976/77 - Maestra Linda Bestoso Danio
In piedi da sinistra: Maria Grazia Penna, Monica Bergoin, Maurizio Merlo, Valerio Nocera, Remigio Gazzini, Luca Narancio, Sabrina Antonelli, Miriam Tumbarello, Linda Molinari, Mia Ghirardo.
In basso da sinistra: Mario Vassallo, Claudio Biancolillo, Antonino Iatì, Maurizio Viarino.
Foto collezione privata - Mario Vassallo

  • Via Cavour: l’ultimo palazzo, verso sud, dove si trova una parafarmacia; ora c’è lo studio commercialista Risso;



  • Parrocchia de Cuore Immacolato



  • Largo Milano: fabbricato basso e lungo a lato di Palazzo Tagliaferro (abbattuto, ora c’è l’anfiteatro)


Foto collezione privata - Marino Vezzaro


Foto collezione privata - Marino Vezzaro

  • Vico Sant’Andrea: nel palazzo (piano terra e due piani) di proprietà della Sacra Famiglia, accanto al quale c’era un fabbricato che, dal 1977 al 1984, ha ospitato gli uffici della Direzione Didattica;


Fabbricati di Vico Sant'Andrea - 1995
Foto collezione privata - Marino Vezzaro


Fabbricati di Vico Sant'Andrea - 1995
Foto collezione privata - Marino Vezzaro


Fabbricato di Vico Sant'Andrea sede della scuola elementare


Classe elementare quinta D - Anno 1980/81 - Maestra Linda Bestoso Danio
Fila in alto da sinistra: Remigio Gazzini, Maurizio Merlo, Cristina Bottino.
Fila in mezzo da sinistra: Linda Molinari, Miriam Tumbarello, Barbara di Blasi, Antonella Corradino, Maurizio Viarino.
Fila in basso da sinistra: Mia Ghirardo, Mario Vassallo, Luca Narancio, Valerio Nocera, Elisa Fria, Maria Grazia Penna.
Foto collezione privata - Mario Vassallo

  • Via del Poggio: Casa Laureri (abbattuta, ora c’è una palazzina);


Nel 1952/53 il fabbricato fu sede della classe prima, condotta dalla maestra Virgilia Calderoni di Alassio.
Foto collezione privata - Mario Vassallo

  • Pigna: Cappella Immacolata Concezione (sede della scuola dal 1923 al 1932);

"Cappellina" dell'Immacolata Concezione


Capellina dell'Immacolata Concezione o della Pigna - Scuola Elementare anno 1925


Capellina dell'Immacolata Concezione o della Pigna - Scuola Elementare anno 1932 - Maestra Vatterone (in piedi a destra sul sagrato)
Da notare che i bambini seduti a terra sulla sinistra mostrano il "Corriere dei Piccoli"
Foto collezione privata - Marino Vezzaro

Dopo il 1975 la maggior parte delle classi si trasferì nell‘edificio scolastico costruito tra Via Cavour e Via Vaghi (denominato “Angelo Silvio Novaro”).

La creazione originaria di tale struttura scolastica è subordinata ad un iter molto elaborato che si svilupperà a cavallo di tre decenni e complicato da valutazioni, effettuate in periodi diversi, che ipotizzano la creazione di sedi scolastiche differenziate in vari località del territorio comunale: infatti, vengono prese in considerazione lotti di ubicazione e stanziamenti per realizzare eventuali insediamenti scolastici a Capo Mele, Rollo, Conna, San Giovanni.
Tuttavia, prevale la volontà e la scelta di concentrare gli investimenti in un'unica sede della Marina:
  • 24/04/1957: il Comune di Andora effettua lo stanziamento della somma di Lire 60.000.000 per la costruzione di un nuovo edificio scolastico alla Marina;
  • 03/07/1957: l'Amministrazione Comunale sceglie il luogo su cui edificare il nuovo edificio scolastico della Marina;
  • 26/11/1961: viene regolarizzata la cessione dell’area al Comune per la costruzione dell’edificio scolastico;
  • 24/02/1963: il Consiglio Comunale approva il progetto definitivo per la costruzione dell'edificio scolastico della Marina;
  • 20/12/1966: il Consiglio Comunale delibera l'intitolazione delle Scuole Elementari Statali di Andora Marina a ANGIOLO SILVIO NOVARO "poeta e novelliere";
  • 21/03/1966: il Consiglio Comunale delibera l'intitolazione della Scuola Media Statale di Andora Marina e BENEDETTO CROCE - "Su proposta del collegio dei professori, di cui quest'anno cade il centenario della nascita, altissimo esempio alla gioventù studiosa di sapere, di rettitudine e di amor patrio";
  • nel 1975 il nuovo edificio scolastico viene aperto all’utilizzo delle aule;
  • 03/05/1976: viene deliberato l'intervento di sopralzo dell'edificio scolastico via Cavour;
  • 18/11/1977: il Consiglio Comunale approva il certificato di collaudo dell'edificio scolastico realizzato in via Cavour;
  • 18/02/1979: avviene l'inaugurazione ufficiale dell’edificio scolastico e, nella stessa occasione, della nuova sede comunale di via Cavour.
               




Classe seconda B - Maestra Maria Rosa Tallone Serrati
In alto da sinistra: Angelica Iatì, Emilia Loi, Monica Conselvan, Daniela Guido, Elisabetta Bonzanni, Rosa Marchiano, Cristina Toso, Jolanda Greco, Ovidia Siccardi.
In basso da sinistra: Marco Bergoin, Marco Lazzari, Rodolfo Rotondo, Stefano Nattero, Massimo Perato, Filippo Munisteri, Claudio Biasibetti.
Foto fornita da Ovidia Siccardi


Classe 1a B - Anno 1995 - Maestra Maria Teresa Nasi


Seggio elettorale nelle aule della Scuola Elementare - Anno 1999
Foto collezione privata - Marino Vezzaro

Nel 1983 le classi, che ancora erano in Vico Sant’Andrea, si spostarono in Via Cavour.


Classe maestra Isabella Grandi


Le maestre: Raffaella Bigatti, Simonetta Bertolino, Annamaria Di Natale, Daniela Lorenzati, Diana Sordello, Gianna Fechino, Elisa Castelli, Maria Marchiano.
y
BAMBINI DEL 1998 - SEZIONE B DI VIA CAVOUR
SCUOLA ELEMENTARE DI MOLINO NUOVO
(Maria Teresa Nasi)
y
y
Nei decenni precedenti alla  metà Anni 50 le classi erano ospitate in vari edifici:
  • Duomo: località “Na Burca”: Cappelletta di San Sebastiano;


Cappella di San Sebastiano

  • Molino Nuovo: caseggiato denominato “Cà de Davidin” (Casa Trevia);


Casa Trevia


Una scolaresca della "Cà de Davidìn"


  • Molino Nuovo: palazzina che ospita attualmente le Poste (e, un tempo, il Comune);



A metà Anni 50 venne costruita la scuola (“Paolo Cappa”) che, sino al 1976, era organizzata come pluriclasse:
  • 19/11/1949: il Consiglio Comunale approva in via di massima l'opera pubblica denominata edificio scolastico per le scuole elementari ed asilo infantile del Capoluogo (Molino Nuovo);
  • 18/01/1953: il Consiglio Comunale approva il progetto esecutivo per la realizzazione di edificio scolastico ed asilo infantile nella Località Molino Nuovo.
 
Il 20/12/1966, con delibera di Consiglio Comunale, viene intitolata all'Onorevole PAOLO CAPPA "ardente propugnatore dei principi di democrazia e di libertà sin dal 1919, deputato al Parlamento e Ministro della Marina Mercantile fino al 26 giugno 1956".


Inaugurazione della Scuola intitolata a "Paolo Cappa" - Anni '50


Classe elementare - Maestra Alma Anfosso


Scuola elementare di Molino- Cattedra maestro Favoino - Fine anni '70


Scuola elementare di Molino - Pranzo di fine anno scolastico 1980 - Direttrice Alma Anfosso, maestra  Guido e autista Pierino Vittore


Scuola elementare di Molino - Natale 1985


Classe quinta elementare dei nati nel 1974 - Maestra Maria Teresa Nasi
Da sinistra: Marina Mergiotti, Alessandra Laureri, Nicoletta Ferro, Stefania Marchiano, la maestra Maria Teresa Nasi, Enza Falzone, Luca Robaldo, Franco Negro, Simona Garassino.


Maestre di Molino - 1993
Da sinistra: Bianca Raineri, Rosella Cristiani, Maria Teresa Nasi, Maria Cristina Arnaldi, Angela Cascio.


Nel 2007 è stata ampliata con la costruzione di mensa e palestra.


Scuola "Paolo Cappa"

y
SCUOLA ELEMENTARE NELLE FRAZIONI
(Maria Teresa Nasi)
y
y
ANDORA SAN GIOVANNI
y
Locali della Chiesa, ai tempi di Padre Raphael Biehler.


Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista
Foto collezione privata - Marino Vezzaro
 y
 
y
ANDORA SAN BARTOLOMEO
y
La scuola, organizzata come pluriclasse e ospitata in una costruzione (di proprietà comunale) situata in Via Divizia prima di imboccare Via del Santo, cessò di funzionare nel 1976.
Il 20/12/1966, con Delibera di Consiglio Comunale, fu intitolata ai FRATELLI RUFFINI "eroi del risorgimento italiano".


Sede della pluriclasse di San Bartolomeo
 

La pluriclasse di San Bartolomeo con la maestra Giovanna Perrone
In piedi da sinistra: Rita Pisano, Augusto Divizia, maestra, Filomena Foti, Massimo Risso, Tiziana Divizia, Franca Odella, Tonino Pisano.
Seduti davanti da sinistra: Marco Puppo, Salvatore D'Amico.
Foto per gentile concessione Tiziana Divizia
 y


y
ANDORA CONNA
y
La scuola (una sola pluriclasse), ospitata in un appartamento in affitto, cessò di funzionare nel 1985.
Vent'anni prima, in data 25/10/1965, il Consiglio Comunale aveva deliberato la possibilità di realizzazione di un edificio prefabbricato da "destinare ad uniclasse" per la Frazione di Conna.


Edificio sede della pluriclasse di Conna
y
SCUOLA MEDIA/SECONDARIA DI PRIMO GRADO
(Maria Teresa Nasi)
y
y
Con la legge n° 1859 del 1962 venne istituita la scuola media unica, che accoglieva gli alunni dagli undici ai quattordici anni.
Prima di allora, chi concludeva la scuola elementare e voleva proseguire negli studi aveva tre possibilità.

SCUOLA MEDIA. Gli alunni di quinta elementare vi accedevano con un esame; durava tre anni e dava la possibilità di iscriversi ai licei, all’istituto magistrale e a tutte le scuole superiori.

AVVIAMENTO PROFESSIONALE. Durava tre anni e permetteva di iscriversi alle scuole tecniche e professionali.

POSTELEMENTARE. Prevista dai Programmi Ermini del 1955, durava tre anni (sesta, settima, ottava) ed era frequentata da quegli alunni che non avevano intenzione di proseguire gli studi.
L’insegnamento era impartito da un docente della scuola elementare.
Ad Andora, sino al 1961, esistevano solo le classi postelementari.
Dall’anno scolastico 1961/62 la scuola media venne istituita, come sezione distaccata della Scuola di avviamento professionale di Alassio (due classi, una maschile e una femminile).
Dal 1963/64 iniziò a funzionare la SCUOLA MEDIA UNIFICATA, come previsto dalla legge 1859/62.

La scuola media unificata cominciò a funzionare dall’anno scolastico 1963/64 e venne ospitata, sino al 1975:
  • nei primi anni '60, presso la Colonia di Asti (il Comune di Andora si fece carico delle opere di manutenzione dei locali utilizzati con Delibera di Giunta Comunale del 11/10/1963, anno in cui probabilmente la sezione scolastica fu trasferita definitivamente in altra sede);


Alcuni degli edifici della Colonia di Asti

  • in Via Trieste, presso l’Albergo dei  Poveri di Genova (o Colonia Brignole), demolita nel 1995;


Albergo dei Poveri di Genova

  • in Largo Milano,
  • nel Palazzo Tagliaferro (ora restaurato),
  • in un fabbricato basso, a lato del  Palazzo (abbattuto, dove c'è l’anfiteatro),
  • nella palazzina bianca che si trovava sulla piazza e che è stata abbattuta nel 2016.


Palazzo Tagliaferro e sulla sinistra il limitrofo basso caseggiato


La palazzina bianca demolita in Largo Milano


Fine anni '60










Classe prima media - Anno 1970/71


Classe prima media - Anno scolastico 1974/75
In piedi da sinistra: Claudia Prioglio, Prof. educazione fisica Lucia Fiore, Tiziana Divizia, ... Vitelli, Federica Barusso, Giuseppina Bonadonna, Maria Claudia Ferrua, Rosella Infurna, Franca Ferrro, Brunella Garassino, Maria Salerno, Adriana Pace, Lorella Ordano, Prof. matematica Garlaschelli, Cinzia Sturaro.
In prima fila da sinistra: Lia Raimondo, Roberta Raffignone, Claudia Favaron, Gisella Fantino, Marina Dabroi, Roberta Vittore, Filomena Foti, Fabrizia Terzi, Maura Dell’Aglio, il cane Biafra.
Foto per gentile concessione Tiziana Divizia

Nel 1975 la scuola media di trasferì nell’edificio scolastico di Via Cavour.


L'edificio scolastico di via Cavour prima della ristrutturazione


Classe terza media - Anno scolastico 1976/77
In piedi a sinistra: Don Giuseppe Bazzano, Franca Ferro, Brunella Garassino, Adriana Pace, Lorella Ordano, Maria Claudia Ferrua, Maura Dell’Aglio, Prof. applicazioni tecnica Spagna, Gabriella Vitelli, Prof. Andrea Gallea (Preside), ... Vitelli, Filomena Foti, Marina Dabroi, Federica Barusso, Giuseppina Bonadonna, Rosella Infurna.
Sedute da sinistra: Maria Salerno, Roberta Raffignone, Lia Raimondo, Claudia Favaron, Fabrizia Terzi, Tiziana Divizia, Claudia Prioglio, Roberta Vittore.
Foto per gentile concessione Tiziana Divizia


Classe terza D - Anno Scolastico 1983/84
In piedi da sinistra: Cristina Toso, Flavio Gabino, Cristina De Baar, Barbara Garassino, Luisa Marcandelli, Lara Martini, Daniela Pizzo, Daniela Garolla, Prof. Renzo Rossi (Preside), Prof. lettere Bianca Letizia.
Seduti da sinistra: Daniela Bestoso, Jolanda Greco, Loredana Del Gatto, Piermario Calandrino, Emilia Loi, Sara Martini, Monica di Fabio, Roberto Torricelli, Andrea Arato.


Insegnante di Educazione Musicale anno scolastico 1983/84 - Prof. Alessandro Scotto
La foto, come quelle di tutti gli altri insegnanti di quell'anno scolastico, fu realizzata e stampata da un gruppo di lavoro di alunni seguiti dall'insegnante di Educazione Tecnica - Prof. Guglielmo Gagliolo.
Le foto degli insegnanti furono utilizzate per illustrare grandi cartelloni disegnati da un gruppo di alunni seguiti dall'insegnante di Educazione Artistica - Professoressa Ciavardoni, che riproducevano "caricature" di ognuno degli insegnanti:
le foto erano inserite al posto dei visi e tutto il resto era completamente disegnato.


Le insegnanti: prof. Roberta Carrer, Serena Fascio, Amelia Malavetas


Le classi terze della Scuola Secondaria di primo grado nella Chiesa dei Santi Giacomo e Filippo con gli insegnanti, la Direttrice Didattica Maria Teresa Nasi, la custode delle chiavi della Chiesa signora Maria Gandolfo Alberti
Anno scolastico 2016/17


Edificio scolastico dopo la prima parte della ristrutturazione effettuata
y
RAGAZZI DEL 1998 - SEZIONE A
RAGAZZI DEL 2003 - SEZIONE D
LA SCUOLA DI VIA CAVOUR
(Maria Teresa Nasi)
y
y

Foto per gentile concessione prof. Amelia Malavetas

La creazione originaria di tale struttura scolastica è subordinata ad un iter molto elaborato che si svilupperà a cavallo di tre decenni e complicato da valutazioni, effettuate in periodi diversi, che ipotizzano la creazione di sedi scolastiche differenziate in vari località del territorio comunale: infatti, vengono prese in considerazione lotti di ubicazione e stanziamenti per realizzare eventuali insediamenti scolastici a Capo Mele, Rollo, Conna, San Giovanni.
Tuttavia, prevale la volontà e la scelta di concentrare gli investimenti in un'unica sede della Marina:
  • 24/04/1957: il Comune di Andora effettua lo stanziamento della somma di Lire 60.000.000 per la costruzione di un nuovo edificio scolastico alla Marina;
  • 03/07/1957: l'Amministrazione Comunale sceglie il luogo su cui edificare il nuovo edificio scolastico della Marina;
  • 26/11/1961: viene regolarizzata la cessione dell’area al Comune per la costruzione dell’edificio scolastico;
  • 24/02/1963: il Consiglio Comunale approva il progetto definitivo per la costruzione dell'edificio scolastico della Marina;
  • 20/12/1966: il Consiglio Comunale delibera l'intitolazione delle Scuole Elementari Statali di Andora Marina a ANGIOLO SILVIO NOVARO "poeta e novelliere";
  • 21/03/1966: il Consiglio Comunale delibera l'intitolazione della Scuola Media Statale di Andora Marina e BENEDETTO CROCE - "Su proposta del collegio dei professori, di cui quest'anno cade il centenario della nascita, altissimo esempio alla gioventù studiosa di sapere, di rettitudine e di amor patrio";
  • nel 1975 il nuovo edificio scolastico viene aperto all’utilizzo delle aule;
  • 03/05/1976: viene deliberato l'intervento di sopralzo dell'edificio scolastico via Cavour;
  • 18/11/1977: il Consiglio Comunale approva il certificato di collaudo dell'edificio scolastico realizzato in via Cavour;
  • 18/02/1979: avviene l'inaugurazione ufficiale dell’edificio scolastico e, nella stessa occasione, della nuova sede comunale di via Cavour.
              

L'edificio scolastico di via Cavour prima dell'intervento di ristrutturazione
y
Quando i genitori mandano i loro figli a scuola affinché vengano educati e istruiti, devono avere la garanzia che trascorrano le ore di lezione in locali sicuri, sani e a norma di legge.
 
A fine aprile 2017, il sindaco Mauro Demichelis si rese conto che, purtroppo, per il plesso di Via Cavour, queste garanzie non c’erano…
In seguito a verifiche statiche effettuate sulle strutture portanti della costruzione, emerse che non sussistevano adeguate condizioni di sicurezza tali da consentire la permanenza delle persone all’interno e nei dintorni dell’edificio.
 
La scuola rivelò essere un gigante fragile, malgrado non avesse mai dato segni di cedimento.  
 
C’era una sola una decisione da prendere: l’emanazione di un’ordinanza contingibile e urgente per inagibilità statica dell’edificio, con disposizione immediata di interdizione e sgombero dei locali stessi.
 
La scelta dolorosa, obbligata, irrimandabile costrinse a un autentico “tour de force”, tra la festività del primo maggio e la festa patronale del 3 maggio, per ricollocare le venti classi della scuola primaria e la secondaria di primo grado (430 alunni) in altre strutture.
 
Con il fondamentale aiuto del personale comunale (la segretaria, i dirigenti, gli impiegati, gli operai) e di quello scolastico (i docenti, il personale non docente, i collaboratori scolastici), supportati dalla totale comprensione da parte dei genitori e dell’intera comunità, confortati dalla straordinaria disponibilità di S.E. il Vescovo e del Reverendo Don Stefano (che permisero di utilizzare i locali delle Opere Parrocchiali del Cuore Immacolato di Maria), si poté predisporre lo sgombero, il trasloco dell’intero edificio e l’individuazione degli spazi dove trasferire provvisoriamente le classi, sino al termine delle lezioni e degli esami, mantenendo tutti i servizi (la mensa, in primo luogo).
 
Non solo solidarietà, ma un grande senso del dovere e responsabilità da parte di tutti gli “attori” coinvolti in una vicenda tragica qual è la chiusura di una scuola con deficit strutturali importanti.
 
Ad inizio del successivo anno scolastico (2017/18), si individuarono altri locali dove collocare le alunne e gli alunni e le attività educativo-didattiche proseguirono serenamente (ricordiamo, con gratitudine, l’aiuto dato dall’Istituto “Sacra Famiglia” che mise a disposizione la palazzina al mare, in Vico Sant’Andrea, già in passato sede delle di alcune classi delle Scuole Elementari).
 
Gli alunni, i docenti, il personale non docente e ausiliario, le famiglie dovettero ulteriormente adattarsi ma sempre con grande senso civico, collaborazione e disponibilità.
 
Il disagio per la chiusura coinvolse non solo chi frequentava il plesso di Via Cavour ma tutta la comunità scolastica andorese che dovette ospitare le alunne e gli alunni: l’ufficio di direzione, la scuola dell’infanzia di via Piana del Merula, le due scuole di Andora Molino.
 Nel 2018, dopo un anno di intenso lavoro di consolidamento, la SCUOLA venne riconsegnata agli Andoresi.
Successivamente la messa in sicurezza riguardò anche la palestra, il locale mensa e il campetto di basket.
y
5 febbraio 2018 - inaugurazione della Scuola Secondaria di primo grado "Benedetto Croce": gli alunni non entrano ancora nelle aule dove verranno fatte, comunque, le elezioni politiche di marzo.
 
11 settembre 2018 - inaugurazione della Scuola di Via Cavour: gli alunni della Scuola Primaria e quelli della Scuola Secondaria entrano nell'edificio scolastico.
 
4 febbraio 2019 - inaugurazione della "Palestra degli Andoresi" destinata agli alunni e alle Associazioni Sportive;
 
20 settembre 2019 - inaugurazione della mensa della scuola di Via Cavour e del campo da basket esterno.


L'edificio scolastico dopo la prima parte della ristrutturazione effettuata
y
IL PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE
Foto per gentile concessione Comune di Andora
L'INAUGURAZIONE DEL NUOVO EDIFICIO SCOLASTICO
Foto per gentile concessione Comune di Andora
LA NUOVA SCUOLA
Foto per gentile concessione Comune di Andora, Monica Napoletano, prof. Amelia Malavetas
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito web creato con Incomedia Website X5
Privacy Policy

Cookie Policy
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Torna ai contenuti