SICCARDI - Andora nel tempo

Andora nel tempo
Andora nel tempo
Vai ai contenuti

SICCARDI

SICCARDI
MARKET - TABACCHERIA
1822
(Testo di Mario Vassallo - Foto per gentile concessione Famiglia Siccardi - Beltrame)

y

y



La storia della Famiglia Siccardi è strettamente legata a quella della Borgata di Molino Nuovo e alla sua nascita, perché Giuseppe Siccardi fu il primo “conduttore” del “mulino nuovo” (1798) costruito dagli Anfosso; fu il Palazzo Siccardi il primo edificio residenziale (ultimato nel 1870) intorno alla quale nacque e si sviluppò l’intera Borgata di Molino Nuovo; sempre della famiglia Siccardi fu la più antica “bottega” andorese che è giunta sino ai giorni nostri.

Angelo “Angioletto” Siccardi (classe 1922) raccontò che suo nonno Angelo (classe 1855, mancato quando “Angioletto” aveva soli 4 anni) invitò il proprio figlio a chiamare il nipote con il nome di Angelo, poiché sarebbe nato esattamente 100 anni dopo che venne aperta la bottega di Molino Nuovo e, caso particolare, fondata proprio nel 1822 da Angelo Siccardi (classe 1796), nonno di Angelo Siccardi (classe 1855), nonno di Angioletto Siccardi (classe 1922).
L’originaria attività di “bottegai” viene affrontata grazie alla remunerazione proveniente dalla precedente e contemporanea (più per poco) attività di conduttori del “mulino nuovo” nella prima metà dell’Ottocento.
Con gli introiti di entrambe le attività svolte, la famiglia riesce a costruire il Palazzo Siccardi, che sarà ultimato nel 1870, dopo aver assunto anche l’attività di “tabaccai” grazie ad una Regia Licenza Albertina.
In tale anno la “bottega” viene trasferita nei locali che occupa ancora oggi.
Dal 1822, l’attività legata alla “bottega” viene tramandata in famiglia e nel 1958 giunge ad “Angioletto” – “u Cirinèu”, che negli anni, insieme alla moglie Amelia, rappresenterà ininterrottamente vendita di generi alimentari, giornali, monopoli e tabacchi e le indimenticate “paste”: i dolci gelosamente e golosamente di “Angioletto”, fatti direttamente ed esclusivamente da lui, in un forno posizionato in locali sul retro del Palazzo Siccardi e che verrà spostato in epoca più recente nei locali d’angolo verso mare e prospicienti la via G. Molineri, in quello che sarà identificato come il “forno nuovo”.



Nel 1992 subentrano anche la figlia Renata e il nipote Paolo Beltrame, che compartecipano nell’attività, mantenendone la caratteristica conduzione famigliare, i generi di vendita e la denominazione ormai storica di “Market – Tabaccheria Siccardi”.



Attività nata nel 1822, praticamente esistente da due secoli, ha mantenuto inalterati nel tempo l’appartenenza all’ambiente di Molino Nuovo, probabilmente avendo contribuito attivamente allo sviluppo della borgata stessa, finendo per essere un punto di riferimento locale.
Nata al termine dell’epoca Napoleonica, resistendo e attraversando la quotidianità del Regno dei Savoia, l’Unità d’Italia, le due Guerre Mondiali, lo sviluppo economico dall’ultimo dopoguerra, la trasformazione di Andora da paese contadino a cittadina turistica, l’intensa trasformazione di Molino Nuovo degli ultimi decenni.
In tutto questo lungo periodo l'attività è rimasta negli stessi luoghi, curata dalla stessa famiglia, mantenendo la propria identità ed osservando tutto il cambiamento che è avvenuto intorno, ricordando e rispettando la sua origine di due secoli fa.


y
LA FAMIGLIA SICCARDI
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Creato con Incomedia Website X5
Torna ai contenuti