C'ERA UNA VOLTA - Andora nel tempo

Andora nel tempo
Andora nel tempo
Vai ai contenuti

C'ERA UNA VOLTA

"C'ERA UNA VOLTA ....."
Botteghe e negozi
y
Nella prima metà del Novecento, Andora era una località poco abitata, con una identità economica pressochè esclusivamente agricola, di tipo contadino.
Le attività economiche diverse, di tipo commerciale, erano una presenza isolata e rara, limitata ad eventuali generi essenziali “complementari”, attività ricettiva ed insediamenti di tipo artigianale.
Esistevano solo due tracciati stradali principali: la Strada Nazionale Aurelia (in un tratto via Fontana) e il tracciato stradale per Stellanello (in un tratto Strada della Stazione), la quale attraversava nell'interno della vallata la Frazione San Giovanni, la “recente” Borgata di Molino Nuovo e la Frazione San Bartolomeo.
Percorsi sterrati carrozzabili sui quali si affacciano le prime attività commerciali e dove nasceranno e cresceranno a fianco, le une alle altre, tutte le botteghe che caratterizzeranno l’inizio e la crescita dello sviluppo economico, aggiungendo nuovi generi di vendita, attività e servizi.
Contemporaneamente e legate alla stessa spinta di sviluppo e trasformazione, andranno ad incrementarsi le località abitate con la progressiva creazione dei “Villaggi” Pineta, Orizzonte, Pigna, Cà Bianca, Pinamare.
Quindi, si formeranno concentrazioni commerciali nelle località Coscione, Marina (zona Bastione e Santa Rita con estensione sull'Aurelia verso Ponente), Pigna, Stazione, Molino Nuovo e poi qualche presenza isolata nelle Frazioni di San Giovanni, San Bartolomeo, Conna e Rollo e nella Borgata di Colla Micheri, oltre a vari insediamenti sparsi.
Le due strade principali citate in precedenza, Strada Nazionale Aurelia e Strada della Stazione, hanno originariamente caratteristiche particolari rispetto a come le conosciamo oggi:
- la Strada Nazionale Aurelia assume ufficialmente il nome di via Fontana dal 9 maggio del 1951, per il tratto tra Villa Martinetto (bivio che porta al “Villaggio La Pineta”) fino alla casa di Tagliaferro Letizia in località Vigne (dintorni del Rio Vignette – Hotel Trieste);
- il 23 luglio 1961 viene “ridimensionata”, mantenendo il nome di via Fontana solo nel tratto della ex Aurelia deviata a seguito della costruzione del cavalcavia e cioè nel tratto dell’attuale bivio prima dell’odierna Caserma dei Carabinieri e fino all'Hotel Trieste; il restante tratto torna alla denominazione “Aurelia” (prima “Strada Nazionale Aurelia” e successivamente “Strada Statale Aurelia” e “via Aurelia”);
- la Strada della Stazione (attuale via Carminati), invece, essendo di fatto l’unico percorso stradale principale della sua zona, assorbe appendici laterali che sono oggi rappresentate dalle vie Genova, Santa Lucia, Marconi, IV Novembre.
y
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Creato con Incomedia Website X5
Torna ai contenuti