FONTANA MEDIEVALE - Andora nel tempo

Andora nel tempo
Andora nel tempo
iniziativa ideata e realizzata da MARIO VASSALLO
Privacy Policy

Cookie Policy
Vai ai contenuti

FONTANA MEDIEVALE

LA FONTANA MEDIEVALE
(Ovidia Siccardi - Mario Vassallo)
y

y



L’antica fontana medioevale era localmente denominata “Fontana Nuova” e creduta opera romana. Venne costruita in corrispondenza di una sorgiva, poco distante ed all’esterno della cinta muraria di fortificazione e dotata di una capiente vasca a base rettangolare, profonda più di tre metri.

La muratura è realizzata in conci di pietra ben lavorati, secondo una tecnica del medioevo e databile ai secoli XII e XIV.
La facciata è caratterizzata da un’apertura con arco a tutto sesto che delimita la copertura a botte del vano della vasca, mentre in basso si trova un parapetto, solo parzialmente originale, formato da due paramenti murari tra loro distaccati e di altezza non allineata, sebbene non siano presenti segni di cedimento da parte di quello a livello inferiore.
La copertura in lastre di ardesia del tettuccio a due spioventi è un rifacimento moderno sulle tracce di quella preesistente, rinvenuta nel restauro del 1963.

    
Nella foto sopra a sinistra lo stato della fontana prima del restauro
Nella foto sopra a destra i resti rinvenuti della originaria copertura

Tali opere di restauro furono necessarie al fine di impedire il crollo della volta, a seguito delle spinte dovute al carico causato dalla caduta di terrazzamenti superiori e della vegetazione spontanea.
Anticamente la fontana non era compresa entro le mura del "castrum" e poteva così servire con la sua acqua sia ai bisogni dei viandanti e dei pellegrini di passaggio lungo la vicina via Julia Augusta, sia alle necessità del borgo sorto all’ombra dell’imponente porta - torre.

Da alcuni anni si presenta completamente priva di acqua al suo interno, nel quale sono stati gettati cumuli di materiale detritico.
Tuttavia, secondo le attente e competenti osservazioni e note effettuate da Alfredo D’Andrade nelle sue visite e studi sul Castello di Andora, si rileva che “in essa si raccolgono delle gocce che filtrano attraverso la muratura nella metà inferiore del muro tra il pelo dell’acqua ed il cordone d’imposta della volta.
"……
Dalla parte alta del muro del fondo, ove esso sostiene la chiave della volta si scorge un'antica apertura quadra, ora chiusa, forse perché dal lato inferiore o anche superiore di detta fontana, la si è circondata di terra per coltivarvi ulivi, la cui destinazione potrebbe essere stata di condurvi acqua raccolta in qualche canale, di cui detta apertura sarebbe la testa o sbocco.
Infatti pare poco probabile che un lavoro come questo di una certa importanza sia stato fatto per raccogliere la sola acqua che ora, mezza stagnante, vi si trova in fondo”.
y
LA FONTANA MEDIEVALE
DOVE SI TROVA / COME ARRIVARE
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito Web ideato e realizzato da Mario Vassallo - Andora
Sito web creato con Incomedia Website X5
Privacy Policy

Cookie Policy
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Per informazioni scrivere a info@andoraneltempo.it
Torna ai contenuti